Lussemburgo (ANSA) – Italia e Finlandia hanno presentato un non paper in occasione del Consiglio Esteri-Difesa tenutosi in Lussemburgo per “promuovere un’azione dell’Ue per combattere il traffico di migranti e la strumentalizzazione della migrazione”. “L’uso della migrazione come strumento ibrido di influenza – recita il testo – mira all’erosione delle capacità nazionali, della sicurezza, della fiducia e all’alterazione del processo decisionale dei governi presi di mira, dell’Unione Europea e della Nato nel loro complesso”.

Nel non paper, inoltre, si sottolinea la necessità che Ue e Nato sviluppino “ulteriormente i loro mezzi di risposta alle minacce ibride, tenendo conto del panorama delle minacce in rapida evoluzione”. “Sulla migrazione è essenziale concludere partenariati strategici tra l’Ue e i Paesi terzi: il memorandum con la Tunisia fornisce un buon modello e sottolineiamo l’importanza di garantirne la piena attuazione” si legge ancora.

Italia e Finlandia ribadiscono poi “la necessità di rafforzare ulteriormente le attività di Frontex ed Europol nella lotta alla migrazione irregolare e al traffico di migranti dispiegando efficacemente l’Agenzia nei Paesi terzi secondo il concetto dell’intera filiera”.

“Abbiamo trovato un importante e positivo riscontro da parte di tutti sul documento presentato con la Finlandia sulla migrazione e ha dimostrato che ci può essere un accordo fra Paesi del nord e del sud, è un fatto politico nuovo e ha aperto a una maggiore coesione tra i Paesi europei” ha dichiarato il ministro degli Esteri Antonio Tajani al temine della riunione Esteri-Difesa Ue (22 aprile).

La responsabilità editoriale di questa pubblicazione è dell’ ANSA.